Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Locate Triulzi

www.comune.locateditriulzi.mi.it


L'origine etimologica di Locate (Terra sull'acqua) è da attribuirsi all' invasione della pianura lombarda dei Gallo / Celti o Leuci. Questo avvenimento è da collocarsi nel tempo di Tarquinio Prisco circa 600 anni prima dell'era Cristiana. Locate di Triulzi è situata sulla riva sinistra del Lambro Meridionale ed ebbe fin dall'antichità uno sviluppo che sfruttava le risorse della terra e del bosco. Con l'affermarsi dell'età comunale, molte terre furono acquistate e bonificate dai Trivulzio, i quali, giunti da Milano con le loro ricchezze economiche, realizzarono parte di quella grande opera di canalizzazione delle acque che caratterizza la "bassa lombarda". Il paese fu Capo di Mandamento ed evitò di asservirsi alla Metropoli di Milano ed all'imposizione dei suoi sistemi, valorizzando le sue strutture locali.
 
Locate nel 1300 fu in parte proprietà dei Signori Trivulzio non per investitura ma per acquisti, che con il passare del tempo si allargarono di molto. In seguito i Signori Trivulzio strinsero parentela con le più nobili famiglie Venete e Lombarde e specialmente con la casa di Barbiano Belgioioso, il quale traeva origine dai Conti di Cuneo (824). Le due famiglie nobili si congiunsero quando, nel 1410, il Conte Ludovico di Barbiano (figlio di Alberico II detto il Grande) ebbe in moglie la Contessa Barbara Trivulzio e anche quando (1530 circa) il Conte Ludovico IV di Belgioioso sposò un'altra Contessa Barbara Trivulzio, ma la fusione delle due famiglie avvenne quando la celebre Marchesa Cristina Trivulzio entrò in casa Belgioioso sposando il Principe Emilio.

 

I Salazar

Famiglia antichissima originaria della Vecchia Castiglia (Spagna) dove esiste un luogo chiamato Salazar. Il primo personaggio che viene ricordato è Luigi Gonges di Salazar che combattè a Pavia nel 1524, quando sulla terra d'Italia si trovarono di fronte Francesco I per la Francia e Carlo V per la Spagna. Il Conte Giovanni (nel 1592 circa) ebbe la carica di Commissario Generale delle Munizioni per i Castelli e le Fortezze di tutto lo Stato di Milano. La famiglia Salazar quindi, oltre che per la residenza nel Castello e per l'autorità amministrativa, ebbe grande influenza in Locate diventando assieme ai Trivulzio i maggiori proprietari di terreni.

Corte Salazar
All'origine era un Castello sorto nel XII secolo per difendere i territori di Locate di Triulzi e Milano dalle forze avversarie di Lodi e Pavia e dagli Imperatori Svevi. Entrando nella corte si possono ancora ammirare tratti dell'arte costruttiva e decorativa di quel tempo come la presenza di archi e fìnestroni rettangolari decorati con terre cotte. Era la sede della Pretura per i giudizi criminali perché Locate di Triulzi aveva una vasta giurisdizione sul territorio e vi furono per molti anni nel Castello anche le carceri della Regia Pretura di Locate di Triulzi. Un pregiovole affresco della fine della fine del XII Secolo detto "Madonna del Sarone" orana un locale del castello.

CERCA NEL SITO

SELEZIONATI PER VOI...

Tieniti aggiornato sugli avvenimenti nel parco