Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Cisliano

www.comune.cisliano.mi.it


Citata in un documento della metà dell'ottavo secolo, ha origini più antiche: in epoca romana appartenne infatti alla gens Caecilia, da cui ha tratto il toponimo, derivante dal latino CAECILIANUS, aggettivo derivato a sua volta dal nome di persona CAECILIUS. Nel corso del Medioevo, chiamata Ceciliano, Ciciliano, Cisxiliano e Cixiliano, fece parte della pieve di Corbetta, la cui giurisdizione si estendeva su gran parte dei territori circostanti.

Fu coinvolta nella seconda metà del XII secolo in una controversia giudiziaria sul diritto di celebrare le funzioni nella locale chiesetta di San Faustino e Santa Giovita tra il suo parroco e l'abate del monastero milanese di San Vittore, che riuscì a farsi assegnare la chiesa. Bisogna arrivare al 1570 per avere notizie precise su questo borgo che, visitato allora da San Carlo Borromeo, nella prima metà del Seicento divenne un feudo e fu acquistato da Raffaele Fagnani, passando a metà del secolo successivo al monastero della Certosa di Pavia. Dopo aver fatto parte del distretto di Abbiategrasso, annesso alla provincia di Pavia, verso la metà dell'Ottocento passò alla provincia di Milano e nel 1870 assorbì la località di Bestazzo.

Tra i monumenti meritano di essere citate l'antica parrocchiale, dedicata a San Giovanni Battista, e la chiesa di Bestazzo, intitolata alla Santa Vergine Maria.

CERCA NEL SITO

SELEZIONATI PER VOI...

Tieniti aggiornato sugli avvenimenti nel parco