Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

GAGGIANO: Palazzo Uboldi

Il palazzo fu costruito nel 1719 da Giorgio Venini. E’ una costruzione ad “U” con il corpo principale dalla parte del Naviglio, disposto secondo l’antico tracciato stradale. Il palazzo è a tre piani, con le parti terminali di poco aggettanti, raccordate in curva; nella parte centrale si aprono tre ordini di sette finestre con movimentate cornici, interrotte solo dal grande portone centrale a sesto ribassato, e dal sovrastante balcone.

L’ingresso è a T, con l’atrio che sbocca in un portico di tre campate, coperto a passasotto, e aperto verso il cortile. Il portico dà accesso a destra al grande scalone, del quale si conservano i grandi archi sul pianerottolo e al primo piano. Tutta la parte al pianterreno, a sinistra dell’ingresso, è occupato dalla cappella, un’aula unica che ha un accesso diretto in asse dalla strada, da un corridoio che la collega con il portico, e da un locale-sacrestia separato da una transenna in legno dall’aula, ove assistevano alle funzioni i padroni della villa. Alla cappella corrisponde sul tetto un piccolo campanile. Il primo proprietario del palazzo fu Giorgio Venini; appartenne quindi al fratello Francesco, che nel 1750 iniziò i lavori della cappella (dedicata a S. Francesco). Fu quindi dei nipoti Cozzi che nel 1758 fecero costruire il piccolo campanile e completare la cappella nel 1773. Nell’Ottocento divenne proprietà Cavallotti e per passaggi ereditari giunse ad Angelina Cavallotti, coniugata Uboldi. A questa famiglia la villa è rimasta fino alla morte dell’ultima discendente, quando fu acquistata dal marchese De Capitani. Fino al 1980 quando fu ceduta ad un’immobiliare e da qui il complesso del palazzo fu frazionato in vari appartamenti acquistati da privati.

Dal sito del Comune di Gaggiano

 

CERCA NEL SITO

SELEZIONATI PER VOI...

Tieniti aggiornato sugli avvenimenti nel parco