Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

La guida per gite fuori porta
a Milano e Lombardia.

In giro per il
Parco agricolo
Sud Milano

arrow
arrow
Iscriviti alla nostra newsletter

 

Recandosi una domenica al Parco Agricolo Sud Milano ci si può rendere conto di quale sia l’essenza di questa ampia area estesa a semicerchio lungo il perimetro a sud della provincia di Milano composta da 61 Comuni. Cascine per la vendita diretta di prodotti agricoli, agriturismi, complessi edilizi storici, i Navigli. Un quadro agricolo e storico variegato.

Il Parco Agricolo Sud è una organizzazione di punti attrezzati per lo svago, la cultura e il tempo libero, per camminate, trekking, navigazione, cicloturismo, enogastronomia; con ristoranti, trattorie e monumenti collocati all’interno di un qualificato ambiente agricolo metropolitano.

In questa definizione si comprende l’essenza dl Parco, la valorizzazione e riqualificazione delle aree agricole ed è da qui che parte il nostro progetto, far conoscere le potenzialità del territorio in una guida per gite fuori porta a Milano e in Lombardia.

Una guida dinamica che permette di conoscere anche le iniziative dei vari Comuni, dove potete interagire inviandoci le vostre segnalazioni e suggerimenti per far vivere questa realtà. Un area protetta che oggi è al centro di una potenziale grossa trasformazione in concomitanza con l’avvento del nuovo piano di governo del territorio che mira ad edificare queste aree.


 

AGRITURISMI

Per una sosta in un'oasi di pace, ristoranti a KM 0

AREE NATURALISTICHE

Immersi nella natura a pochi chilometri da Milano.

PERCORSI CICLOPEDONALI

Scopri il parco a piedi o in sella alla tua bicicletta.



 
PRODOTTI DEL PARCO

Una selezione di produttori che vendono direttamente i loro prodotti.

GRUPPO DI ACQUISTO SOLIDALE

I GAS che distribuiscono i prodotti del Parco li trovi qui

SCOPRI I COMUNI DEL PARCO

La storia, le curiosità e quello che c'è da vedere nei comuni che fanno parte del Parco. 

 

LE ABBAZIE

Abbazia di Viboldone

Abbazia di Viboldone

L' Abbazia di Viboldone per la bellezza della sua architettura e dei suoi affreschi trecenteschi è uno dei più importanti Read More
Abbazia di Chiaravalle

Abbazia di Chiaravalle

Il complesso dell'abbazia è costituito dalla chiesa abbaziale, con i chiostri e il monastero, la cappella di San Bernardo, il mulino. Read More
Abbazia di Mirasole

Abbazia di Mirasole

Il nome dell’Abbazia deriva dal nome del villaggio – vicus – Mirasole, nel quale era situata. Certamente, per la presenza di un Read More
  • 1

I CASTELLI

Castello di Zivido

Castello di Zivido

Denominata castello dalla tradizione locale, l'antica residenza dei marchesi Brivio a Zivido è da più voci ritenuta, ma senza alcuna Read More
Cassino Scanasio

Cassino Scanasio

Percorrendo la tangenziale Ovest di Milano, in prossimità dell’uscita per Rozzano, è possibile scorgere l’antico castello di Cassino Scanasio, borgo Read More
Castello di Carpiano

Castello di Carpiano

Le prime notizie riguardanti il Castello di Carpiano risalgono all’inizio del IX secolo. La fortezza Monastero di Carpiano sorge sui Read More
Castello di Cusago

Castello di Cusago

Il castello di Cusago fu edificato alla fine del XIV secolo, sui resti di una fortificazione longobarda, da Bernabò Visconti Read More
Castello di Locate Triulzi

Castello di Locate Triulzi

Con l'affermarsi dell'età comunale molte terre furono acquistate e bonificate dai Trivulzio, i quali, giunti da Milano con le loro Read More
Castello di Melegnano

Castello di Melegnano

Il castello di Melegnano ha una pianta a forma di U, si presenta con una struttura laterizia compatta e chiude Read More
Castello di Peschiera Borromeo

Castello di Peschiera Borromeo

Il castello di Peschiera Borromeo, posizionato al centro di una vasta e fertile pianura agricola ai margini dell'antico nucleo rurale, Read More
Castello Visconteo di Binasco

Castello Visconteo di Binasco

Il Castello Visconteo del comune di Binasco è un monumento storico-artistico edificato nel 1300. Il nucleo originario della fortificazione fu Read More
Castello di Buccinasco

Castello di Buccinasco

Il castello di Buccinasco si presenta come un massiccio edificio monoblocco a pianta quadrata in mattoni a vista, ornato all'ingresso Read More
  • 1

Hai idee o suggerimenti per migliorare questo sito?

SCRIVICI E COLLABORA CON NOI       

scrivici

Il percorso principale si snoda a partire dalla SP 59, Vecchia Vigevanese, percorrendo strade comunali interne al centro abitato e una volta raggiunta la cascina Baitana utilizzando il percorso ciclabile, recentemente realizzato, che porta alla Madonna del Dosso. Proseguendo in direzione est, lungo una strada rurale con fondo sterrato, si raggiunge la cascina Cantalupo e da qui, tramite strada asfaltata, si entra nella proprietà del Lago Boscaccio

Raggiunta la Cascina Boscaccio, utilizzando la strada interna alla proprietà, il percorso segue il limite dell’area di cava fino al confine con il territorio di Zibido. In questo tratto si costeggia un interessante area naturalistica, oggetto di un progetto di riqualificazione delle superfici a canneto. Proseguendo verso sud si raggiunge la cascina Mirabello, utilizzando una strada rurale con fondo in graniglia fine, che permette il passaggio in condizioni agevoli sia alle biciclette, che ai mezzi agricoli.

Allontanandosi dalla cascina il fondo mantiene le medesime caratteristiche, fino a raggiungere un importante fascio di rogge, bordate da una fitta vegetazione e in posizione trasversale rispetto alla direzione del percorso: il superamento delle rogge è possibile tramite una serie di ponticelli recentemente realizzati. 

Il percorso prosegue lungo strade poderali in buone condizioni, oggetto di opere di riqualificazione per il corretto uso ciclabile, fino a raggiungere la strada comunale che da San Pietro Cusico porta alla Cascina Torre. La strada comunale presenta discrete condizioni del manto stradale, peraltro costituito da materiale ghiaioso-sabbioso.
Attraversata la strada provinciale 139, interessata da discreto traffico veicolare, il percorso si inoltra nell’abitato di San Pietro Cusico, percorrendo la via XXV Aprile, fino a riconnettersi al percorso proveniente da Buccinasco.
Dal percorso principale si dipartono numerosi itinerari secondari, che utilizzando strade comunali asfaltate a basso traffico veicolare, permettono di attraversare tutto il territorio comunale, toccando numerose cascine e nuclei di interesse paesistico e storico-monumentale.
Fra tutti ricordiamo il percorso che dalla cascina Baitana raggiunge la Cascina Grande, da cui si aprono tre diverse possibilità:

  • proseguire verso ovest in direzione del nucleo di Barate e da qui raggiungere Vigano, fermandosi a visitare la Certosa, e, tramite la pista ciclabile di prossima realizzazione, ritornare sull’Alzaia del naviglio Grande;
  • dirigersi verso la cascina Villandolo e da qui raggiungere la cascina Cantalupo in direzione nord o la cascina Doresano in direzione sud, per connettersi, in entrambi i casi, al percorso principale proveniente dal lago Boscaccio; 
  • dirigersi verso sud in direzione di Tainate ed immettersi sui percorsi in comune di Noviglio.

Arrivando in Gaggiano dall’Alzaia del naviglio Grande si incontrano alcuni edifici di notevole interesse storico architettonico: Villa Venini-Uboldi, fatta edificare dai Nobili Venini a partire dal 1719, noto anche come Palazzo Uboldi dal nome della famiglia che lo possedette tra il XIX e il XX secolo. Sul fronte a lato sinistro dell'edificio, è aperto un oratorio in pregevole stile barocco (1750/1773) dedicato a San Francesco D'Assisi e dotato di un campaniletto con quattro campane (1758); Villa Marino, con accesso a esedra sulla riva sinistra del Naviglio Grande, fatta costruire nella prima metà del XVI secolo dagli Stampa-Marchesi di Soncino in luogo di una preesistente casa degli Arcimboldi, modificata nel corso del 1700 con l'aggiunta di un salone e di un portico a cinque luci; Palazzo Stampa realizzato nel XVI secolo probabilmente su un precedente edificio, dal Marchese Stampa di Soncino e dato in abitazione alla famiglia del Nobile Bernardino dé Figini. Attualmente è sede del Municipio. 

Il Santuario S. Invenzio, edificato tra il 1618 e il 1624, sorge sull'area delle precedente chiesa medioevale (già parrocchia dal 1262) di cui venne conservata la torre campanaria. È stata ristrutturata ed ampliata nel 1758-1759.

La cascina Baitana ha sempre fatto parte del territorio agricolo legato al nucleo di Gaggiano: di probabile impianto a corte aperta seicentesco, era dotata di un molino, di cui rimangono tracce nei manufatti in pietra esterni alla testata del corpo principale. Sede ancor oggi di una azienda agricola attiva, mantiene intatto il rapporto con il paesaggio agrario. 
Il nome di “Dosso Borini”, con cui è spesso registrata, sembra riferirsi ad una località, oggi scomparsa, chiamata Iborino e citata, assieme ad altre riconoscibili nel territorio di Gaggiano, in una pergamena del 1272, confermata circa settecento anni dopo come luogo di incontro di un gruppo di proprietari o agricoltori. 

Il nome di Iborino, come luogo abitato, scompare dai documenti tra il XIII e il XIV secolo, rimane solo per indicare una campagna fra i possedimenti di Cantalupo. La cascina e il molino Cantalupo sono presenti nelle mappe settecentesche del catasto Teresiano, dalle quali risulta la presenza di due molini nella stessa località, uno interno alla cascina, l’altro, esterno (oggi visibile sul lato ovest della strada) appartenente ad un monastero milanese. Ciò è probabilmente dovuto sia alla intensa coltivazione del riso fin d’allora presente nella zona, sia alla considerevole portata d’acqua della roggia Cassana. 

La cascina Boscaccio oggi affaccia su un grande lago da cava, in fase di recupero e rinaturalizzazione: è sede di attività ricreative, quali l’equitazione,servizi per manifestazioni e convegni, nonchè visite guidate alla zona naturalistica, che, attentamente ricostruita, ospita una interessante varietà di volatili e pesci. La cascina è descritta nel catasto Teresiano con il nome di “Buscazza”, come “cassina con molino e pila”, dotata di un orto e un “brolo” e forse anche di una piccola cappella isolata. 

Lo stato di conservazione dell’intero complesso è ottimo e la trasformazione subìta, derivata dalla più imponente trasformazione territoriale, dovuta all’attività estrattiva, non ha alterato gli elementi architettonici del complesso e costituisce un esempio interessante di “riambientazione” dell’insediamento, al cessare dell’attività originaria.

Il molino e la cascina Mirabello ad esso connessa hanno subito negli anni recenti profonde trasformazioni. Nonostante ciò, l’insediamento mantiene ancora un buon rapporto visivo con la campagna circostante, sia per la posizione isolata, sia per il fatto di aver mantenuto alcuni caratteri qualificanti delle strutture originarie e rappresenta comunque un punto significativo lungo la dorsale principale del progetto. Così l’arco e l’impianto in pietra che reggeva le ruote del molino sulla roggia Rossolo, sono ancora perfettamente visibili, e le pareti esterne della cascina mantengono forme e materiali originari. 

(da Camminando sull'acqua)

 

CERCA NEL SITO

SELEZIONATI PER VOI...

ALBAIRATE: Chiesa di Santa Teresa (loc. Riazzolo)

Sita in località Riazzolo, la piccola chiesa di Santa Teresa venne edificata nel corso del Settecento come tutto l'antico complesso rurale e residenziale dell'area. Essa si presenta come un tempio di modeste dimensioni, con facciata a decorata con tinte bianche e gialle e mossa da lesene e decorazioni a stucco, Read More

Gaggiano. Arte, storia, ambiente

Video turistico dedicato a Gaggiano, centro della provincia di Milano, posto sul Naviglio Grande e compreso nell'area del Parco Agricolo Sud Milano. Il centro storico di Gaggiano, con i suoi palazzi, il Naviglio Grande, i ponti, chiese e botteghe, si pone come uno degli scenari più affascinanti del territorio metropolitano Read More

Con Andrea Radic scopriamo il Parco Agricolo sud Milano

Il Parco agricolo sud Milano è il più vasto Parco Agricolo periurbano d'Europa, disseminato di aziende e produttori agroalimentari d'eccellenza. Una meta fuori porta per gite gourmet, dai salumi ai formaggi al caviale. Numerose le fattorie didattiche per insegnare ai "bambini di città" che il latte "non cresce nelle bottiglie" Read More

Tieniti aggiornato sugli avvenimenti nel parco